FISPMED Network

Home » Uncategorized » Il futuro di Venezia a 50 anni dall’acqua alta verso i 100 anni della fondazione dell’area industriale di Porto Marghera*

Il futuro di Venezia a 50 anni dall’acqua alta verso i 100 anni della fondazione dell’area industriale di Porto Marghera*

l’attenzione che la comunità Nazionale ed Internazionale ha prestato alle sorti di una città unica ed incomparabile come Venezia e il suo sistema lagunare, negli ultimi 45 anni, è stata preziosa ed ha concretamente aiutato e sostenuto la sua onerosa manutenzione.

Le ingenti risorse giunte a Venezia con generosità e disinteresse sono esempio straordinario della solidarietà che il nostro Paese, la sua classe politica e le istituzioni, possono offrire alla conservazione, valorizzazione e sviluppo di territori preziosi del territorio nazionale.

Preservare, sviluppando e ripopolando Venezia è ancora e, lo sarà negli anni avvenire, un compito imprescindibile, l’opera di cura e sostegno è quanto mai necessaria con costanza nel tempo. Lo stesso sistema di difesa dalle acque alte eccezionali scelto con una specifica legge “speciale” approvata e rifinanziata negli anni a larghissima maggioranza Parlamentare, richiede ancora un impiego di risorse economiche importanti ad erogazione continuativa.

Partendo proprio da questa unicità, lo sforzo che dev’essere fatto è quello di ribaltare l’approccio concettuale sul tema della conservazione, promozione e sviluppo socio-economico e culturale del territorio di Venezia e della sua laguna, in un ambito certamente metropolitano, l’unico che ha senso e capacità di competizione internazionale, ponendo al centro l’uomo, le sue esigenze di qualità di vita e di visione prospera di futuro.
Questo sforzo non è banale, le risorse necessarie non sono poche.

La città, il suo territorio, l’entroterra metropolitano può rappresentare ancora oggi come in passato, un paradigma universale di sostenibilità. Una città efficiente e moderna, che utilizzi nuove tecnologie e sistemi ad impatto zero per manipolare materia ed energia. Una città ad economia circolare. Una città resiliente che possa gestire in modo efficace ed efficiente il proseguo del complesso sistema delle opere di salvaguardia a partire dal sistema MOSE. Una città che possa essere ripopolata con l’assegnazione di nuove funzioni anche di rilievo internazionale e che veda avviato finalmente, il processo di riconversione e rilancio di quella che era una delle aree industriali più ampie d’Europa con un sistema di logistica e movimentazione innovativo e puntuale.

Tutto ciò è possibile!

Venezia ha ancora bisogno, del sostegno della nostra comunità nazionale e delle forze parlamentari che, con coraggio e nuova generosità aiutino questo processo virtuoso con una modifica della legge speciale per Venezia. Non più uno strumento normativo che offra risorse dello Stato ma che avvii, la vera sfida del futuro: la possibilità e la capacità di utilizzare le risorse endogene che a livello locale abbiamo e/o produciamo. Una normativa che consenta alcune, seppur modeste forme di autonomia impositiva che dreni per le esigenze locali quanto la città già sarebbe in grado di generare.

A novembre di quest’anno saranno 50 anni dalla terribile “aqua granda” che mise in ginocchio la città e palesò al mondo la sua fragile struttura. Nel corso del 2017, dovremo celebrare i 100 anni dalla fondazione di Porto Marghera.

Due scadenze significative di rilevo certamente non solo locale e nazionale, il network Fispmed la cui sede di coordinamento è proprio a Venezia, ritiene queste scadenze occasioni di rilancio del futuro di questo patrimonio dell’umanità “di preminente interesse nazionale”.

                Vorremmo chiedere a tutti i membri del rete italiana ALF, della RIDE ONLUS e dei numerosi lettori di questa newletter di divulgare tra i Vostri soci e sottoscrivere Appello per Venezia, inviandolo a fispmed@gmail.com, con oggetto: Appello per Venezia.

                Siamo certi che ci giungeranno numerose adesioni

Roberto Russo

Fispmed ONLUS

Membro Fondatore RIDE

articolo pubblicato sulla Newsletter Newsletter RIDE ALF 2016

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog Stats

  • 17,651 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: