FISPMED Network

Home » Uncategorized » IL SISTEMA ECOMUSEALE DELLA LAGUNA DI VENEZIA E DEI TERRITORI DI GRONDA

IL SISTEMA ECOMUSEALE DELLA LAGUNA DI VENEZIA E DEI TERRITORI DI GRONDA

laguna di venezia da satellite

IL SISTEMA ECOMUSEALE DELLA LAGUNA DI VENEZIA E DEI TERRITORI DI GRONDA, PROGETTUALITA’ PROTOTIPALE PER SOSTENERE IL DIALOGO E IL PARTENARIATO CULTURALE NEL MEDITERRANEO MAR NERO. IL RUOLO DELLA RETE ITALIANA ANNA LINDH FOUNDATION

Nell’ambito delle attività che la Ride,  Associazione della Fondazione Anna Lindh,  promuoverà su scala nazionale vi è  la proposta di progetto per la realizzazione del  “Sistema ecomuseale della Laguna di Venezia e dei territori di gronda” che punta a raggruppare, all’interno di un unico “contenitore”, una serie di azioni specifiche strettamente correlate tra loro e tenute insieme dal forte elemento caratterizzante quell’assetto territoriale così particolare, a tratti unico, che da sempre ha condizionato gli insediamenti e la vita in questi territori, vale a dire l’elemento Acqua.

La proposta selezionata dal ComitatoVeneziaExpo2015, dovrà integrarsi nelle linee guida del piano di gestione del Sito Unesco, frutto di un lungo ed articolato processo di condivisione partecipata tra gli enti pubblici locali e nazionali: http://www.veniceandlagoon.net/web/piano-di-gestione/

L’obiettivo dichiarato è quello di costruire un ‘sistema’ di relazioni sempre più integrato e retiforme, atto a realizzare la promozione, la valorizzazione e la gestione di quest’area di grande pregio ambientale e culturale, mettendo in risalto la matrice paesaggistico-territoriale dell’area veneta orientale quale rappresentazione simbolica della “rete di reti” che ci si prefigge di strutturare: https://www.facebook.com/ecomuseolagunavenezia

Le linee strategiche, da attuare anche attraverso la partecipazione diretta delle comunità locali, mirano a valorizzare gli aspetti culturali identitari dell’area veneziana, promuovere la riscoperta e la salvaguardia dei beni materiali e immateriali legati alle attività artigianali tradizionali e caratteristiche, riassettare il territorio di gronda della Laguna di Venezia e il sistema delle vie d’acqua, gestire le proposte educative e didattiche, diversificare l’offerta turistica riorganizzandone i flussi, con l’obiettivo non secondario di ampliare il bacino d’utenza e il numero di beneficiari degli effetti collegati al fenomeno turistico, sviluppando una nuova modalità di fruizione del territorio in chiave consapevole e sostenibile.

Lo strumento ecomuseale, nello specifico, si articolerà in un sistema organico di stazioni fisse e percorsi di visita che hanno come volano alcune strutture di riferimento, da allestire all’interno di edifici con particolari caratteristiche di pregio, da cui partono gli itinerari promozionali verso la Laguna; tali strutture di conoscenza, virtuale e fisica, aventi funzione di “Porte di accesso” al Sistema ecomuseale, costituiscono la base espositiva, informativa e didattico-laboratoriale per la ‘sperimentazione’ e la ‘conservazione’ partecipata del territorio, in cui trovano luogo anche le attività direzionali e di ricerca.

Gli itinerari si snoderanno in modo da raggiungere i vari punti di visita che organizzano e consentono la fruizione diretta del contesto ambientale e culturale di riferimento, mediante una serie di differenti tracciati ‘pluritematici’ che mettano in luce le peculiarità dell’area, con particolare attenzione alle eccellenze locali e agli elementi identitari del paesaggio e delle eredità culturali, ma anche delle risorse non ancora valorizzate e/o messe a sistema, che possono diventare oggetto d’interesse da parte di nuovi fruitori.

Si punta, in particolar modo, alla costruzione in Laguna di una ‘rete’ di itinerari sull’acqua, connessi al sistema generale, che raggiungano poi alcuni dei più significativi territori regionali, come il Delta del Po, la Riviera del Brenta e i Colli Euganei, la Marca Trevigiana e le Alpi Bellunesi, il Veneto orientale fino alla laguna di Grado, attraverso il recupero delle ‘idrovie’.

Il modello ecomuseale proposto potrà rappresentare, grazie all’uso diffuso di tecnologie evolute, sostenibili ed ecologiche, il modello innovativo di riferimentoper l’infrastruttura contenutistica della Laguna di Venezia e dei territori di gronda.

Il progetto prevede l’utilizzo della web communication e dei social network per le attività di informazione e di interazione con il territorio, nonché l’adozione delle più recenti applicazioni per l’agevole fruizione e per l’accesso a tutte le informazioni relative alle specifiche peculiarità del sistema ecomuseale, che potranno essere consultate in rete o scaricate direttamente su smartphone e tablet, anche attraverso la lettura di codici QR disseminati sul territorio.

Per sostenere tale progettualità abbiamo promosso una petizione on.line: http://www.avaaz.org/it/petition/Regione_del_Veneto_Provincia_di_Venezia_Comuni_gronda_lagunare_veneziana_realizzare_il_sistema_dellecomuseo_laguna_di_Ve/?copy    Vi chiediamo di firmarla per rafforzare le nostre comuni iniziative.

per aderire:  https://www.ammado.com/community/152455/donate

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog Stats

  • 18,551 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: