FISPMED Network

Home » Uncategorized » Conclusione dei lavori delle cinque giornate per le comunità mediterranee

Conclusione dei lavori delle cinque giornate per le comunità mediterranee

ALF-Itlay-RGB logo corretto

Comunicato stampa

Conclusione dei lavori delle cinque giornate per le comunità mediterranee

Politica e ambiente

 Venezia, 25 maggio 2013

Le “5 giornate per le comunità mediterranee “, svoltesi a Venezia nello splendido scenario paesaggistico e storico di Forte Marghera dal 21 al 25 maggio , hanno segnato profondamente il dibattito internazionale sul futuro del Mediterraneo con un confronto multidisciplinare aperto su progetti, seminari e workshop tematici. La società civile e scientifica intervenuta , unita a iniziative artistiche e multimediali di livello internazionale , ha dimostrato che il motto ” siamo tutti figli dello stesso mare” può essere tradotto in progetti integrati di Arte -Natura -Scienza -Economia per uno sviluppo sostenibile in armonia con gli habitat e rivolto alla valorizzazione delle eccellenze culturali delle civiltà mediterranee.

Oltre 45 relatori si sono succeduti, nel corso delle giornate. Numerose associazioni nazionali ed internazionali hanno seguito i lavori,  folta è stata la rappresentanza di organizzazioni sociali locali del Nord-Est presenti al padiglione 36 di Forte Marghera.

La Fispmed ONLUS, con la partecipazione del Vice Presidente della VII Commissione Consiliare Ambiente del Consiglio Regionale del Veneto, Claudio Niero, ha illustrato: le iniziative regionali a sostegno del rafforzamento dell’ Osservatorio euromediterraneo-Mar Nero sull’informazione e la partecipazione nelle politiche ambientali e azioni di sviluppo economico sostenibile locale. osservatorio euro Mediterraneo-Mar Nero (art.57 legge regionale 1/2008).

La Biennale Habitat ha raggiunto, in questo contesto importanti traguardi per l’ iniziativa della candidatura UNESCO del Mare Adriatico e Ionio con l’ approvazione di diversi e autorevoli rappresentanti istituzionali europei e nazionali, tra i quali il Primo Vicepresidente del Parlamento Europeo On.le Gianni Pittella, il Presidente di Federparchi Europark Giampiero Sammuri, il dott. Alberto D’Alessandro del Consiglio d’ Europa, il responsabile relazioni internazionali della Regione del Veneto dott. Diego Vecchiato, il dott. Roberto Russo della Fispmed Onlus.

Altro importante progetto pilota per lo sviluppo del mediterraneo e delle nuove professioni legate al mondo della Green e Blue Economy e’ l’ INTERNATIONAL SCHOOL OF WATHER, presentato dal Presidente di Habitat World Annika Patregnani insieme ai partners FEDERPARCHI, ‘Ecosistemi’ spin-off accademico Università degli Studi di Pavia e il prof. Leonardo Salvemini dell’Universita’ degli Studi di Milano.

Le due giornate dedicate all’Assemblea generale della rete Anna Lindh hanno fatto registrare queste parole espresse dalla Presidente della Camera On.le Boldrini:

“Per far fronte a questi cambiamenti – e per assicurare un futuro alle generazioni che verranno – è necessario ed urgente che si punti ad un modello di sviluppo sostenibile. Non solo nei Paesi del Sud del mondo, nei luoghi dove più urgente appare trovare modalità di sviluppo che tutelino territori delicati o restituiscano loro fertilità e biodiversità. Anche qui, nel bacino del Mediterraneo, dobbiamo promuovere e tutelare le esperienze che non depauperano i mari, che non rendono aridi i terreni, che aiutino a produrre quei beni di qualità che ci permettono di competere – senza stravolgere il nostro ambiente – sul mercato globale. Dobbiamo rafforzare ed estendere i parchi naturali, promuovendo l’istituzione di aree protette transnazionali. Dobbiamo recuperare, anziché disperdere, le risorse naturali.

 Il vostro ricchissimo programma di iniziative si muove nel solco di questi principi. Lo fa con il coinvolgimento di una rete capillare di soggetti – italiani e non – che, attraverso il dialogo e lo scambio di buone prassi, ci indica la via per un futuro sostenibile per tutte le comunità mediterranee.”

Il vostro ricchissimo programma di iniziative si muove nel solco di questi principi. Lo fa con il coinvolgimento di una rete capillare di soggetti – italiani e non – che, attraverso il dialogo e lo scambio di buone prassi, ci indica la via per un futuro sostenibile per tutte le comunità mediterranee.

e della Ministra Emma Bonino:

“Desidero esprimere le mie congratulazioni per il rinnovato dinamismo della Rete di cui l’articolato programma delle “Cinque Giornate per le Comunità Mediterranee” è prova. Questo conferma e consolida il già radicato convincimento sul contributo originale che la Fondazione Anna Lindh, e le reti nazionali su cui essa si fonda, possono dare alla promozione del dialogo interculturale nel nostro bacino. Il Ministero degli Esteri condivide l’obiettivo della Fondazione di avvicinare popoli e istituzioni delle due sponde ed ha per questo accettato con grande piacere di patrocinare le “5 Giornate per le Comunità Mediterranee”. Da parte nostra non mancheranno, anche in futuro, azioni di sostegno alle attività della Rete italiana Anna Lindh, volte a favorire il dialogo, la mutua comprensione, la positiva contaminazione tra le rispettive società – in ultima analisi, il progresso umano e sociale condiviso in una regione in fase di tumultuosa transizione.”

L’assemblea è stata molto partecipata e vissuta, importanti decisioni per il futuro della rete italiana Fondazione Anna Lindh sono state assunte. Hanno partecipato all’apertura dei lavori: l’On.le Khalid CAOUKI, quale Presidente della Commissione Cultura dell’Assemblea Parlamentare per l’Unione per il Mediterraneo, dal Direttore esecutivo della Fondazione Anna Lindh  Dott. Andrei Claret e dal Vice Direttore del Ministerio degli Affari Esteri, Ministro Plenipotenziario Queirolo Palmas. Hanno coordinato i lavori Roberto Russo della Fispmed ONLUS, Elisa Adorno dell’Istituto Paralleli e Michele Capasso della Fondazione Mediterraneo.

L’Assemblea è stata molto partecipata e vissuta, importanti decisioni per il futuro della rete italiana Fondazione Anna Lindh sono state assunte da le oltre 60 organizzazioni nazionali presenti nel corso delle due giornate. E’ stata decisa anche l’apertura del sito web della rete italiana Fondazione Anna Lindh: http://www.euromed-italia.org/

L’Assemblea ha colto con grande favore la proposta lanciata dal Direttore di AnsaMed il dott. Carlo Gambalonga, presente ai lavori di apertura che ha offerto la struttura della rete AnsaMed per le necessità di informazione e comunicazione dei membri della rete in un rapporto di collaborazione costante e fattivo, legato a spazi di approfondimento ed analisi.

Nella seconda giornata è stata illustrata l’iniziativa di legge promossa dall’Onorevole Elio Massimo Palmizio n. 583: Affidamento della costituzione dell’Osservatorio euro-mediterraneo – Mar Nero sull’informazione e la partecipazione nelle politiche ambientali e azioni di sviluppo economico sostenibile locale per il rafforzamento della cooperazione regionale e dei processi di pace alla Federazione internazionale per lo sviluppo sostenibile e la lotta alla povertà nel Mediterraneo – Mar Nero ONLUS

Di grande rilievo e significato le iniziative artistiche e multimediali presentate, tutte con un approccio olistico di incontro con la scienza , la storia e l’economia sostenibile per il Mediterraneo:

la mostra collettiva itinerante  “Il Mare…tra sogno e realtà “; l’ anteprima multimediale dell’ Opera “7 Dee per 7 Capodogli” del maestro Silvestro Regina con la sceneggiatura ‘ Around Capodogli ,la nascita delle 7 dee’ di Fausto Mariano Antonucci e l’interpretazione dell’attore Franco Gravino; la sfilata ‘Promenade Marine’ dei gioielli d’arte realizzati con materiali riciclati con la direzione di Ivana Petrone e la collaborazione dell’ agenzia PRIMOPIANO di Venezia; la proiezione del video ‘Plancton ‘ di Silvia De Gennaro e Alessio Scarale; i video spot vincitori del concorso ” tutto il mare in un minuto”; il video “Mare” della Scuola Elementare Gabelli di Foggia con musiche e testi originali; il cortometraggio “extracomunitari” del regista Antonio Di Bitonto e infine la presentazione multimediale di Aldo Innocenti , regista e ideatore di ‘Pianeta Mare’. I filmati del Mediterraneo Video Festival di Santa Maria di Castellabate

Il grande lavoro progettuale dei giovani, dei ricercatori, dei professionisti, degli artisti e di tutto lo staff della Fispmed ONLUS, della Biennale Habitat e più in generale da quello rappresentato dalle organizzazioni della rete italiana Fondazione Anna Lindh e’ determinato a portare risultati concreti di riqualificazione e rigenerazione dei nostri habitat a partire dalla dimensione della Macroregione Adriatico ionica fino agli orizzonti più estremi del Mediterraneo.

Tutti i dettagli, i video e la fotogallery saranno disponibili dai prossimi giorni sul sito web fispmed.wordpress.com
CON VIVA PREGHIERA DI DARNE NOTIZIA E DIFFUSIONE.

Per informazioni: 3453455370728

fispmed logo piccolo                                                                                                  biennale habitat

VENEZIA locandina generale def.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog Stats

  • 17,651 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: